Divenire Altro

 

Divenire Altro

"Divenire Altro" è il momento in cui Trascendanza si interroga sul concetto di confine avvalendosi del medium sonoro. La podcast serie invita artiste e artisti a uscire dai propri canoni e a esplorare gli spazi liminali della propria ricerca sonora in termini stilistici, geografici o cronologici. Il materiale in ascolto sarà prevalentemente inedito, prodotto ad hoc su commissione o rilasciato per la prima volta in occasione della puntata.

Prossimo Episodio 11/04/24 | H16:00 ⏤ Luigi Scaramuzzo presenta Is Life Under The Sun Not Just A Dream

w/ Trascendanza

Trascendanza è un progetto multidisciplinare volto alla sostenibilità culturale, ambientale e sociale nato nel 2019 a Perugia. Il collettivo comprende artistǝ, creativǝ e professionistǝ nei settori della comunicazione, del suono, della arti e discipline multimediali e performative.
Trascendanza sperimenta nuove dimensioni possibili attraverso l'ibridazione dei linguaggi artistici, la produzione di esperienze immersive e la stimolazione del pensiero critico. Si manifesta attraverso eventi, installazioni, talk e progetti site-specific. 

Podcast

Listen / Info
11/04/2024

Divenire Altro ⏤ Luigi Scaramuzzo presenta Is Life Under The Sun Not Just A Dream

Share

« Quando il bambino era bambino, 

era il momento di queste domande:


perché sono io, e perché non tu?

perché sono qui, e perché non là?

quando è iniziato il tempo, e dove finisce lo spazio?

è la vita sotto il sole forse solo un sogno? »


Peter Handke - Elogio dell’infanzia


“Is Life Under The Sun Not Just a Dream” è un progetto fotografico del visual artist Rocco Venezia sonorizzato dal sound artist Luigi Scaramuzzo. Il progetto è ispirato e tratto dall'Elogio dell'infanzia di Peter Handke: allo stesso modo del bambino, i due artisti tendono a dubitare delle loro percezioni durante questo lavoro di esplorazione di spazi liminali del sud Europa. Qui i resti effimeri del quotidiano si cristallizzano in sculture oniriche e le tracce di un classicismo in declino acquistano vita propria, permettendo la trasformazione e il superamento dei confini di chi osserva e ascolta.


Così come Rocco imprime il sogno su pellicola, Luigi traccia il suono nel tentativo di fissarlo nel tempo.

La registrazione è il risultato di un’orchestra di hardware analogici e digitali, acustici e non.

Il progetto fotografico è consultabile qui: https://phmuseum.com/projects/is-life-under-the-sun-not-just-a-dream 


Luigi Scaramuzzo è un compositore, sound artist e sperimentatore di strumenti autocostruiti. Si occupa di manipolazione del suono acustico nel dominio digitale e indaga il rapporto tra uomo e paesaggio sonoro. Le sue composizioni riflettono l'interazione tra diverse sorgenti della materia che si condensano in atmosfere caratterizzate da una malinconia latente.


Rocco Venezia è un artista visivo, educatore e curatore. Nel 2017, il suo progetto Nekyia è diventato libro, pubblicato da Witty Books. Nel 2019, Venezia viene selezionato fra gli emerging artists per Parallel Platform mentre nel 2021 viene selezionato per Futures. Dal 2018 al 2023 ha lavorato per PhMuseum come curatore.

Listen / Info
14/03/2024

Divenire Altro ⏤ Leo presenta Glue of the Otherworld

Share

“Glue of the Otherworld” rappresenta un affresco sonoro che fonde elementi di folk, progressive, musica sperimentale e post-rock. Questo mixtape, concepito come una sorta di portale temporale, si propone di esplorare territori musicali oltre i confini cronologici convenzionali, offrendo un’esperienza di ascolto che sfida l’ordinario e apre prospettive inedite sul continuum storico della musica.

L’opera si distingue per la sua capacità di tessere insieme diverse epoche, creando una narrativa che si estende dal passato remoto a futuri ancora inesplorati. Ogni traccia è meticolosamente orchestrata per fungere da tassello in questa timeline alternativa, in cui i confini tra le diverse fasi della storia musicale si dissolvono, consentendo all’ascoltatore di immergersi in una dimensione in cui il tempo perde la sua linearità ordinaria.

Attraverso questa fusione di stili e periodi, “Glue of Otherworld” non solo si propone di offrire un’esperienza estetica unica, ma anche di stimolare riflessioni più profonde sull’interconnessione delle influenze musicali attraverso i secoli. È un’opera che invita l’ascoltatore a osservare le radici e le ramificazioni della musica, offrendo una prospettiva accademica e filosofica sul potere unificante e trasformativo della creazione musicale.

Leo è un sound designer e producer di stanza a Milano, membro del duo elettronico Train To Eltanin. Recentemente ha collaborato alla produzione della colonna sonora del film “Patagonia” premiato a Locarno 2023. Leone sperimenta con i suoni e con le strutture più nascoste della psiche, proiettando l’assurdità di paesaggi digitali surreali e scenari onirici paradossali a un nuovo grado di astrazione e integrazione.

Listen / Info
15/02/2024

Divenire Altro ⏤ Diana Lola Posani presenta La Caverna

Share

La Caverna è uno spazio mnemonico. È una realtà interna dove tutti gli spazi e i tempi attraversati si possono mergere insieme in pozze di suoni naturali, urbani, voci, borbottii canti e corse. Un racconto sonoro che si dipana nel paradosso di azioni già avvenute ma che avvengono e che avverranno contemporaneamente. La mia ricerca nella Caverna si struttura su un archivio che diventa materiale fluido, vivo e imprevedibile. Appunti sonori si susseguono uno dopo l’altro in un flusso di frammenti diventando una caleidoscopica collezione di vite, e di stati interiori. Le registrazioni sono brevi soste in un viaggio simile ad un sospiro, che scorre sui ricordi di istanti che sono stati catturati senza scopo. La Caverna è un luogo da cui tutto proviene e tutto ritorna, senza spiegazioni e senza significati.


“La mia ricerca nella Caverna si struttura su un archivio che diventa materiale fluido, vivo e imprevedibile. Appunti sonori si susseguono uno dopo l’altro in un flusso di frammenti diventando una caleidoscopica collezione di vite e di stati interiori. Le registrazioni sono brevi soste in un viaggio simile ad un sospiro, che scorre sui ricordi di istanti che sono stati catturati senza scopo. La Caverna è un luogo da cui tutto proviene e tutto ritorna, senza spiegazioni e senza significati. Queste registrazioni amatoriali di vita quotidiana si intervallano al lavoro dell’incredibile artista Jean Marie Massou. 

Massou fa parte della cosiddetta “art brut” e ha realizzato nel corso della sua vita un’ingente quantità di registrazioni eseguite all’interno di una cisterna e di lunghissimi tunnel che lui stesso amava scavare nel terreno del castagneto dove abitava. Le due caverne, quella mnemonica e quella fisica, sono poste in dialogo attraverso un gioco di rimandi e riverberi.”


Diana Lola Posani è una sound artist, performer vocale e facilitatrice di Deep Listening certificata dalla Deep Listening Foundation. Si esibisce internazionalmente, scrive sulla rivista A Row of Trees, della Sonic Art Research Unit (SARU) - Oxford Brookes University e ha debuttato nel 2022 su Fango Radio col podcast Kaikokaipuu. Attualmente è interessata a lavorare sullo spazio comune tra ascolto profondo e immaginario poetico, attraverso opere interdisciplinari e poesie sonore.

Tracklist:

  1. Credits:
  2. - Jean Marie Massou - La citerne de Coulanges La Radio (Les Vampires)

  3. - Jean Marie Massou - La citerne de Coulanges Contemplez son immensité
  4. - Jean Marie Massou - Sodorome vol.1 Le complaintes a la cisterne
  5. - Improvvisazione vocale al Lago Vecchio di Amelia con Anna Maria Civico e Beatrice di Ronzo
  6. - Pianto rituale con Petra Casale e Silje Lindberg
Listen / Info
18/01/2024

Divenire Altro ⏤ Lefka presenta "Ne Me Pleure Pas"

Share

“Ne Me Pleure Pas” prende il nome da un passaggio dell'opera di Luigi Nono  “A Floresta É Jovem e Cheja de Vida” (1965-1966). Come nell'opera di Nono, in cui la critica all'imperialismo statunitense e il supporto verso i popoli soppressi nella fine degli anni '50 nelle Americhe, la composizione di Lefka ambisce a sonificare il momento di tensione e tremenda ingiustizia che il popolo p4lestines3 sta subendo.


La storia e le sue dinamiche di prevaricazione e controllo si ripetono, ma questo lavoro vuole ricordarci che anche l'arte, la musica e la cultura sono mezzi efficaci per criticare - e quindi ragionare - sui rinnovati ordini sociali corrotti che si stanno consolidando a livello planetario.


L'interpretazione personale di Lefka su questi temi prevede una miscela di suoni elettronici, chitarra e l'utilizzo di materiale sonoro raccolto dall’internet, dove si sta svolgendo una guerra parallela, quella dell'informazione, in cui il potere nelle mani di pochi sfrutta i propri mezzi economici, algoritmici e tecnologici per diffondere una propaganda alterata, disinformazione e inganno. È in relazione a questo contesto che l’artista sceglie di donare un’estetica iper-tecnologica alla performance, coinvolgendo l'ascoltatore in un percorso catartico.


Lefka è un designer e musicista milanese di base ad Amsterdam. Con una forte attenzione alla cura del contenuto e del messaggio degli artefatti nelle sue esplorazioni di ricerca, è interessato al rapporto tra design, suono, intelligenza artificiale, regimi autoritari e politica. Come musicista, realizza composizioni ambient/noise con un accento digitale e malinconico.

Tracklist:

  1. Composizione dell'autore inedita
Listen / Info
21/12/2023

Divenire Altro ⏤ Vito Gatto presenta "Adamello Sessions"

Share

La prima puntata della nuova stagione di Divenire Altro è stata affidata a Vito Gatto, compositore, violinista e ricercatore sonoro milanese.

“Adamello Sessions” è un live-set elettroacustico che prende il nome dalla vetta principale dell’omonima catena montuosa della Val Camonica, in provincia di Brescia. Da questi luoghi incontaminati l’artista riflette sulla necessità di trovare alternative alla vita disumanizzante della metropoli e restituisce un mixato di field recordings registrati sul luogo, composizioni inedite estratte dal nuovo VA “Neutral Mutation Vol. I” - in uscita per la sua etichetta indipendente NeMu - e letture di “Walden ovvero Vita nei boschi” di Henry David Thoreau.

«A luglio 2023 ho deciso di allontanarmi da Milano, la mia città natale, per ritirarmi nei piccoli centri di montagna della Val Camonica, cercando un riavvicinamento a contesti più naturali e a comunità più raccolte, spinto dalla necessità di ritrovare l’essenza più profonda, intima, sociale e terapeutica nell’atto della composizione, della ricerca sonora e della performance live. Il nuovo live-set elettroacustico “Adamello Sessions” riporta dal vivo le rielaborazioni elettroniche di materiale sonoro ambientale, organico e concreto raccolto in quei luoghi»

Vito Gatto

Tracklist:

  1. Flavia Massimo - Brillamento (out on NeMu - Neutral Mutation Vol. I - 22nd Dec 2023)
  2. Vito Gatto - Unreleased (Abandoned Piano Theme)
  3. Vito Gatto - Unreleased (Approaching to Trappist-1)
  4. Vito Gatto - An inside hiking - audio installation
  5. Vito Gatto - Unreleased (Gentle disintegration I - simple sequence)
  6. Jacky 0 - Azurescens (out on NeMu - Neutral Mutation Vol. I - 22nd Dec 2023)
  7. Vito Gatto - Unreleased (RNDMSMPL)
  8. Vito Gatto - Unreleased (Untitled)
  9. Vito Gatto - Propriocezione (out on NeMu - Neutral Mutation Vol. I - 22nd Dec 2023)
  10. LAMIEE. - sciara (out on NeMu - Neutral Mutation Vol. I - 22nd Dec 2023)
  11. Cranìa - Vocals - readings from Walden (Vita nei boschi)