Contenere moltitudini

 

Contenere moltitudini

Contenere moltitudini è un piccolo spaccato del mondo delle etichette discografiche italiane.

Quello che ci interessa è la musica, lei e le sue sfaccettature, che spesso cerchiamo di racchiudere in un contenitore, appiccicandoci sopra una “label”, che ci piaccia o meno. Le etichette discografiche ospitate avranno percorsi, ideologie e attitudini musicali tra loro anche molto differenti e le loro moltitudini sonore verranno presentate dal suo curatore che ne proporrà una scaletta.

w/ Gianmaria Aprile

Non solo un garbuglio di suoni. Mi piace sentire l’odore del bosco, ascoltare musica e suonarla, ma non mi sembra di farlo mai abbastanza. Diverse volte ho registrato, altre volte ho fatto il mix e la post-produzione e a suo tempo ho curato un’etichetta - fratto9 - mentre co-organizzavo un festival - tagofest - Nel frattempo ho inciso e stampato a mano senza accorgermene - sentimento inatteso

Podcast

Listen / Info
17/05/2022

Gang of Ducks

Share

"Gang of Ducks is a multidisciplinary platform
operating through record releases, events, sound installations, video and editorial projects
The study of primitive languages, ritual practices and the definition of club and urban culture, has pushed the collective towards questioning the relationship between nature and digital as well as technological development, touching various kinds of sounds.
From rougher and nebulous ones to club-oriented all the way to more dilated, hypnotic, emotional and meditative ones.
At the same time the label is developing a few editorial projects. Sn50 (Nico Vascellari, Evol, Ruben Patiño, Anna Homler) is a zine format dealing with themes developed by artists dwelling in the music realm. Chronicles is a sort of ‘diary’ through which friends and selected artists can develop one specific issue.
Supporting the label activity, Gang of Ducks participates in festivals and plays in clubs with showcases or as GOD SoundSystem. The latter sees the label founders as djs and offers sets in line with the collective’s vision, sometimes playing own productions and supporting the experience with visuals."

Tracklist:

  1. TESSERA di scale che paiono scomparire - Francesco Cavaliere
  2. Sonda - Piezo
  3. Dirigitelmont - XIII
  4. And Those Unwelcomed - Lovozero
  5. Anoche - Sara Berts
  6. Ricchezza Mentale - Haf Haf
  7. Two-One - Cammarades Breton
  8. 4no Shit & Shine
  9. Eowar - XIII
  10. Silicon Valley Unplugged - Datashock
  11. Be'ya Sa'di - Anna Homler & Alessio Capovilla
  12. Energydream - Dave Saved
  13. Spirits - Sabla
  14. What Am I Doing Here - Sudden Infant
Listen / Info
19/04/2022

Galaverna

Share

Galaverna nasce nel 2011, nell'alveo del cosiddetto netlabelism, quale piattaforma digitale che opera principalmente nell'ambito della ricerca elettroacustica e della sound art con particolare riguardo alla pratica del field recording come strumento di indagine sul paesaggio sonoro. Galaverna distribuisce le proprie releases gratuitamente sulla base di licenze Creative Commons.

L'etichetta ha inteso fin da principio porsi nel panorama della musica distribuita digitalmente secondo un approccio guidato da precise scelte etiche. Negli anni il catalogo si è arricchito dei contributi di vari artisti italiani e internazionali, cui è stato chiesto di confrontarsi con le tematiche degli spazi rurali, delle trasformazioni del territorio e dei paesaggi contemporanei.
Nel 2020 il nucleo operativo di Galaverna lancia il progetto Vernalis, aperto alla relazione tra ricerca nel campo dell'arte sonora e riflessioni critiche di stampo autoriale e accademico.

Galaverna è gestita da Enrico Coniglio e Leandro Pisano, con il supporto di Nicola Di Croce. L'etichetta gode inoltre del prezioso contributo di Lorenzo Isacco, web manager, e Diego Ritz, graphic designer. Il sito web è stato progettato e realizzato da Giacomo Vianello, Jamstudio.

Il podcast proposto per Fango Radio non rappresenta per forza l'intera gamma sonora della label, ma vuole essere una possibile finestra di ascolto sulla nostra estetica musicale.

Il mix contiene estratti dai lavori originali composti dai seguenti autori: Fernando Godoy, Jay-Dea Lopez, Stéphane Marin, Nicola Di Croce, Enrico Ascoli, @c (Pedro Tudela & Miguel Carvalhais), Alejandro Cornejo Montibeller, Kate Carr, Philip Samartzis, Savas Metaxas, Raffaele Mariconte.

Il nostro ringraziamento va agli artisti che hanno deciso di pubblicare con noi in questi anni e a chi continua a supportare il nostro lavoro attraverso la piattaforma Bandcamp.


Listen / Info
22/03/2022

901 editions

Share

901 Editions è un'etichetta discografica e uno spazio esplorativo dedito alla documentazione del lavoro di artisti che si muovono nei territori ibridi della musica sperimentale e dell’arte contemporanea. Fondata a Roma nel 2008 da Fabio Perletta, 901 Editions ha ora sede in Abruzzo e pubblica le sue edizioni attraverso CD, libri e oggetti in edizione limitata.

Tracklist:

  1. Luigi Turra, I, Prisma, 2021
  2. Alois Yang, MLMC at Punctum (Concert Edit), MLMC Live at Punctum, 2021
  3. Ben Vida + Marina Rosenfeld, Leaving, 2021
  4. Giuseppe Ielasi, 05, its appearance, reflected by three copies, 2021
  5. Vittorio Guindani, Jisei 6, Jisei, 2020
  6. Steve Roden, Small Fire 5, Gradual Small Fires and a Bowl of Resonant Milk, 2020
  7. Renato Grieco + Bruno Duplant, Pt.2, La Disparition, 2021
  8. Fabio Perletta + Luigi Turra, Pt.1, Ma 間, 2020
  9. Akio Suzuki, Hamilton Mausoleum, Resonant Spaces, 2019
Listen / Info
22/02/2022

Spettro records

Share

Parlare di Spettro Records significa parlare prima di tutto di me purtroppo, dei miei ultimi dodici anni e delle persone con cui li ho passati, sia in presenza che in assenza. Non amo la mia voce e non credo quindi che dovrei importa a chi ascolta, e ho così preferito lasciare più spazio alla musica, affidandomi alla scrittura per raccontarla. Ho suddiviso questa playlist fiume in due parti, la seconda delle quali uscirà successivamente sempre su Meeting Off-Site sempre Fango Radio. Avrei voluto includere molto di più e la mole di questa storia è tale da farla apparire ben più importante e complessa di quanto sia realmente.

Voglio che quella di Spettro sia una storia di incontri, non solo miei, ma che da questa incompleta creatura, sempre tesa fra l’essere una netlabel con un sito a pezzi (ora c’è un sito nuovo però dove in 6 mesi ho caricato solo una trentina delle 230 uscite fatte ad oggi, www.spettrorec.org, ma mi impegnerò a rimediare), un’etichetta “vera” con uscite fisiche dal cd alle cassette fino al vinile, e non esser proprio niente.

Spettro rimane una costante nella mia vita, di cui mi sono a volte annoiato, entusiasmato, innamorato e che ho odiato, rappresentando un arcobaleno di sensazioni e proiezioni di cui essa non ha responsabilità alcuna. Ogni 3 anni ho pubblicato una compilation, 4 a questo punto, e chi è rimasto di volume in volume rispecchia più o meno le persone che sono rimaste, entrate ed uscite, nella mia vita da allora. Grazie a Spettro alcuni si sono incontrati, hanno stretto amicizie, formato sodalizi e si sono allontanate. Ma per quanto invisibile sia stata Spettro finora nel mondo della musica altra, sicuramente ha lasciato un segno nella vita di queste persone, e per questo posso dirmi di aver fatto una buona cosa e di non dover rimpiangere il tempo speso.

Spettro nasce nel 2010 da me e altri due componenti del gruppo Salomè Lego Playset. Al tempo avevamo ambizioni diverse, non tanto di “farcela” quanto di continuare a suonare quello che volevamo, ma mentre gli altri volevano migliorarsi e intraprendere un percorso fatto di prove, date e uscite, io ero unicamente interessato a suonare e pubblicare, non so come né dove dato che dei 4 sono il musicista più scarso. Sentivo, e in parte anche ora, un bisogno di fare credendo che volerlo e che sentire la necessità di esprimersi bastassero, risultando in una manciata di dischi secondo me bellissimi ma dai pochi concerti, non sempre suonati bene.

Venivo da un anno trascorso in Giappone per studio e il ritorno in Italia era stato traumatico, mi sembrava che suonare fosse l’unica cosa che potesse darmi un senso. Appena prima di lasciare l’Italia, coi Salomè registrammo un disco, “Contre la Vie Contre la Morte”, che per me, forse per noi, cambiò tutto. In particolare la traccia con cui inizia questa playlist, “’cause we Believe in God”, l’unica vera canzone che abbiamo mai scritto, e che per qualche ridicolo motivo non volli più suonare, dimenticandola, mentre ne parlo ancora 15 anni dopo e ancora mi parla. Guardare indietro è sempre più facile che pensare il futuro, ancora di più vivere il presente, ma Spettro vige forse come custode di quei momenti presenti che allora non ebbi il coraggio o la forza di vivere appieno. Quantomeno sono ancora lì, in un qualche formato digitale a testimoniare che sono stati.

Appena uscì il disco me ne andai, immergendomi fra concerti japanoise, uno sconclusionato progetto etnografico sui musicisti noise giapponesi, notti insonni in una metropoli che non conoscevo e che rendeva tutto quanto avessi visto e vissuto prima minuscolo. L’unica cosa per cui sarei voluto tornare erano i Salomè, quindi vennero loro a trovarmi, in un tour di 4 date in perdita assoluta in cui suonammo, ancora una volta, malissimo, ma che ricordo come una delle esperienze più gioiose della mia vita. Organizzate grazie a Myspace e ad un peregrinare continuo, condividemmo il palco di Koenji con Naoki Ishida, di cui produssi successivamente un cd, “Summer Solstice”, e infine una cassetta, “Lineage”, come Ikigai Room tapes. Di lui ho incluso “Reunion” da Lineage.

Ovviamente non suonammo “‘Cause we Believe in God”, ma improvvisammo, bene e male ma così doveva essere. Ad Hachioji suonammo insieme a Kenji Siratori di cui avevo letto il libro di cutup cyberpunk “Blood Electric”. Insieme registrammo poi “Sabaku no Genkai”, di cui qui in scaletta includo “Seven Red Movements”. Il sax è di Elia, sassofonista dei Salomè, musicista e amico straordinario. Non avrei mai pensato di suonare con un musicista vero come lui, e nella mia vita ho incredibilmente avuto questa fortuna altre volte. Io, principiante assoluto, sempre.

Una notte, dallo spaventoso ostello dove avevo fatto dormire Davide, Elia e Jacopo, sentimmo infuriare free jazz, ci dirigemmo quindi al piano di sotto dove era nascosto un minuscolo bar con un paio di sedute appena chiamato Gunkanjima, come l’isola fortezza abbandonata che poi visitai. Stavano suonando i Jokers, un duo sax e batteria, davanti a un pubblico costituito dal barista e ora noi quattro. Invitarono Elia a unirsi e quello che si sente qui è un frammento di quell’improvvisazione preziosa e notturna catturata con un keitai denwa del 2008.

Sempre a Tokyo assistetti ad un live di Nicola Vinciguerra come Splinter Vs Stalin, Kenji Siratori, D.B.P.I.T. e Chris Ex alla defunta livehouse Shinjuku Urga, definita da schultzzz nel suo imprescindibile Tokyo Damage Report come “a tiny club specializing in grind and metal bands with basically no fans”, che aprivano per Astro (Hiroshi Hasegawa). Di Nicola, FECALOVE, divenni amico, e suoi sono i lavori che hanno inaugurato l’apertura del circolo culturale che ho gestito a Bologna per un paio d’anni, Ikigai Room, ora purtroppo chiuso. Ma questo è un altro capitolo su cui tornerò più tardi. Di lui ho incluso “Drooling On Subversion.”. Anche di D.B.P.I.T. ho pubblicato un paio di album, uno dei quali assieme a Siratori.

Tornato a casa provammo a rendere Salomè un progetto concreto ma non ci riuscimmo, per colpa principalmente mia. Suonammo tanto però, con formazioni varie. Con noi c’era Simone, nei Salomè anni prima e ora solista. Anche con lui ho condiviso tanto, e per la prima volta capii quello che si poteva fare con la computer music che non doveva essere soltanto assemblaggio di suoni come la intendevo inizialmente, ma anche composizione. Iniziò a pubblicare come solista col moniker Mister Drey alcuni dei lavori più straordinari ed ingiustamente poco noti che abbia mai avuto il privilegio di sentire e produrre, come ad esempio la traccia “De Corporis Humani Fabrica” tratta da “Galieo Was Correct”. Insieme abbiamo anche pubblicato come Achievements e Rambler 1976, quest’ultimo un disco post-rock digitale ispirato all’high school yearbook di mia madre. A suonare il sax in “Wir Sind Unschuldig” è ancora Elia. Mister Drey ha poi continuato con un progetto trap insieme al batterista dei Salomè Jacopo. Strano dire che dal postrock si sia passati alla trap, ma in qualche modo ciò testimonia l’eterogeneità degli ascolti e dei percorsi delle persone che hanno suonato con Spettro, di cui vado orgoglioso. Con Simone ci siamo poi persi di vista, ma sono sicuro che sia solo temporaneamente.

Frustrati dall’incapacità di farci sentire e pubblicare, e dall’impossibilità di appartenere, decidemmo di dar vita a Spettro, dapprima come collettivo, infine come personale progetto di vita. Pubblicammo dischi, sia in cd che online, per poi sposare la causa Creative Commons e affidare alla libera condivisione le nostre musiche. Prima furono le nostre, poi presto quelle di altri che trovarono nel sito Spettro un rifugio. Organizzammo una serata inaugurale per lanciare il nostro disco nuovo, “So Much Was Lost in The Process of Becoming” e la neonata Spettro. Vidi che in Italia era in tour Z’EV, leggenda della musica industrial che avevo sempre vicino a me nella copertina di RE/Search Industrial Culture Handbook. Provai a scrivergli e fu contento di suonare con noi e Stefano Pilia con cui formò un inedito duo per la serata, e non lo dimenticherò mai. Era il 13 maggio 2010. Stefan non era per nulla quello che mi immaginavo essere, preso com’ero fra Boyd Rice e Whitehouse, e smisi dunque di trattarlo come una leggenda e diventammo amici, tenendoci in contatto fino alla prematura dipartita del 2017. A Ikigai Room proiettai il documentario “Heart Beat Era Drum” a lui dedicato di Ellen Zweig ed esposi la collezione di cassette, nastri e cdr che mi ha lasciato, sperando di trovarne un custode migliore di me. Quello che successe quella sera di dodici anni fa a XM24 è pubblicato in cassetta da Spettro e Ikigai, di cui qui includo la prima parte. Sempre di Z’EV pubblicai “A Maze Sing Wave” in cassetta e free download, album di composizioni binaurali, ma quello che conservo di lui è soprattutto l’amicizia sincera nonostante la differenza di età.

Grazie a Z’EV conobbi John Duncan. Stefan stette da lui dopo un brutto incidente e pensò di farci conoscere visto che John aveva passato anni in Giappone e aveva a volte bisogno di un assistente per districarsi fra la burocrazia italiana. John ed io abitiamo relativamente vicino e negli anni abbiamo intrattenuto un intenso scambio di film, libri e confidenze. Avrebbe dovuto anche esibirsi a Ikigai appena prima che chiudesse, quindi non ho avuto il privilegio di ospitarlo dal vivo. Tuttavia abbiamo collaborato 3 volte, o meglio, John si è prestato ad alcune tracce pubblicate su Spettro (di cui una ancora inedita): la prima nell’ultimo disco dei Salomè, “Failures”, uscito con quasi 10 anni di ritardo, di cui qui è proposta “ Magenta Jealousy Blackened”; la seconda è “Turn Back” contenuta in “Spettro Audio Collectif”, un progetto pubblicato in cd e free download l’anno scorso in cui ho cercato di far collaborare una decina circa di artisti e musicisti del giro Spettro. Questa traccia vede anche Naoki Ishida, Luca Tommasini, il sottoscritto e Angelo Bignamini.

Angelo è un altro di quei musicisti che ancora non riesco a comprendere perché stia a perdere tempo con un incapace come me. Impegnato in una quantità immensa di progetti, polistrumentista, rumorista (Filtro, The Great Saunites, Lucifer Big Band…) e raffinatissimo chitarrista, di Angelo Spettro ha mostrato il lato più delicato, con due CD di fingerpicking come Billy Torello, di cui la playlist include “Quando Il Fagiano è in Fiore”.

Di Z’EV infine il canadese Nurgul Jones ha usato sample provenienti da “A Maze Sing Wave” per la conturbante “Priest of Elagabalium”. All’epoca Nick Roy, il suo vero nome, aveva appena una ventina d’anni ma già una quantità impressionante di musica alle spalle fra Canada e Korea, industrial, vapor-trap, slime punk e qualsiasi altri micro-genere 4chan avesse potuto partorire al tempo. Il suo primo album che pubblicai online su Spettro fu “SeenZone Blues” del duo alt-hip hop Plebs & Fuckboys, a testimonianza sia dell’impossibilità di associare un qualsiasi genere a Spettro, che della natura apolide della stessa, nata sì a Bologna, ma da un’idea già insediatasi a Tokyo, ospitata sul web, gratuitamente, senza casa né meta, dimora tuttavia di musicista proveniente da tutto il mondo.

A presto la seconda parte su Meeting Off-Site.

Tracklist:

  1. Salomè Lego Playset, “‘cause we believe in God” (da “Contre la Vie, Contre la Morte”, https://salomelegoplayset.bandcamp.com/album/contre-la-vie-contre-la-morte)
  2. Naoki Ishida, “Reunion” (da “Lineage”, https://ikigairoom.bandcamp.com/album/lineage)
  3. Salomè Lego Playset, Susanna Laterza, Kenji Siratori, “Seven Red Movements” (da “Sabaku no Genkai”, https://salomelegoplayset.bandcamp.com/album/sabaku-no-genkai)
  4. Jokers & Elia Dalla Casa live @ Gunkanjima, Tokyo, 2/7/2008
  5. Drooling On Subversion (da “Spettro Records 10th Year Anniversary Compilation - Volume I”, https://spettrorecords.bandcamp.com/album/spettro-records-10th-year-anniversary-volume-i)
  6. Mister Drey, “De Corporis Humani Fabrica” (da “Galileo Was Correct”, https://misterdrey.bandcamp.com/album/galileo-was-correct)
  7. Rambler 1976, “Wir Sind Unschuldig” (da “Rambler 1976” https://spettrorecords.bandcamp.com/album/rambler-1976)
  8. Z’EV & Stefano Pilia, part I (da “Live @ XM24”, https://spettrorecords.bandcamp.com/album/live-at-xm24)
  9. Z’EV, “6m 49s” (da “A Maze Sing Wave”, https://spettrorecords.bandcamp.com/album/a-maze-sing-wave)
  10. Salomè Lego Playset & John Duncan, Magenta Jealousy Blackened (da “Failures”, https://salomelegoplayset.bandcamp.com/album/f-a-i-l-u-r-e-s)
  11. Spettro Audio Collectiv, “Turn Back” (da “Spettro Audio Collectif”, https://spettrorecords.bandcamp.com/album/spettro-audio-collectif)
  12. Billy Torello, “Quando Il Fagiano è in Fiore” (da “Ultime Notizie dalla Tartaruga Vol 2”, https://billytorello.bandcamp.com/album/ultime-notizie-dalla-tartaruga-chitarra-vol-2)
  13. Nurgul Jones & The Analog Death Cult, “Priest of Elagabalium” (da “Hay, I Don’t Feel So Good”, https://archive.org/details/NurgulJonesTheAnalogDeathCultHayIDontFeelSoGood)
Listen / Info
25/01/2022

Asbestos Digit

Share

Asbestos Digit nasce all'inizio del 2016. L'idea è quella di raccogliere un pugno di musicisti amici dell'area di Casale Monferrato e di coinvolgerli in un'operazione molto semplice: costringerli ad andare oltre l'idea di forma e consonanza di ciascuno di loro. I musicisti scelti arrivavano più o meno tutti da percorsi ordinari nel campo del cosiddetto indie rock, abituati a un assetto tradizionale, quello della rock band, con strumenti tradizionali. Ho chiesto loro di abbandonare tutto questo e di pensare in modo astratto, e di utilizzare strumenti elettronici. Non mi aspettavo grande adesione, e invece la risposta è stata entusiasta e a mio avviso anche piuttosto credibile. Da lì in poi ASBDIG si è allargata ed è andata oltre i confini cittadini, accogliendo tanti musicisti da tutta Italia, con qualche ospite straniero.
asbestosdigit.bandcamp.com

Tracklist:

  1. Bosna - Ruoy
  2. Dope In The Pig Bags - Jewelry And Furnishing Hidden In The Mist (1)
  3. DsorDNE - Ghost
  4. La Furnasetta - Menace Ruin
  5. Outdoor Sex
  6. Grammo Di Soma - !
  7. Fabio Fazzi - Sunday Morning-Northern Light-The Sea
  8. Membrana Molare - Lamento
  9. Lucy Mina - My Love Song For You
  10. Strange Little Girl - Je Rame (Excerpt)
  11. Girl In The Fridge-Little Boy Blue - Mensch. Wissen. Machine
  12. Vittorio Capella - Vittorio Capella - Interference #1
  13. Nunavut - Mute As Lark Ere Morning's Birth
  14. Dreieck - Captcha Grossa (Edit)
  15. Buckminster - Train Travelling On The Mountainside
  16. mOOsic - Contaminate
Listen / Info
21/12/2021

Senufo

Share

Senufo Editions nasce nel 2010 ad opera di Giuseppe Ielasi e Jennifer Veillerobe. Dopo quasi 70 uscite, è momentaneamente in pausa. Fin dall'inizio l'interesse era verso la pubblicazione di artisti poco documentati, partecipando attivamente alla produzione artistica, attraverso piccole ma molto curate edizioni in cd, vinile e qualche cassetta. Prima o poi tornerà in attività.

Tracklist:

  1. AdamAsnan_InconsistentImages_pt2_extract
  2. AkioSuzuki_MuRoBiKo_extract
  3. AlessandroBrivio_AssociazioniPoro_pt1
  4. AndrewPekler_CoverVersions_pt8
  5. Bellows_Handcut_pt1
  6. Eselsohr_PausePeuls_extract
  7. GiuseppeIelasi_EvenWhenTheySpeakOfSpace_pt4
  8. JenniferVeillerobe_Luftlöcher_pt4
  9. JoshuaBonnetta_AmericanColour_extract
  10. KasselJaeger_Algae_pt3
  11. KunsuShim_LOVE_extract
  12. LucianoMaggiore_9Enclosures_pt1
  13. MinoruSato_IrregularityHomogeneity_extract
  14. NicolaRatti_Streengs_pt1
Listen / Info
09/11/2021

kohlhaas

Share

Tracklist:

  1. Pierre Berthet & Rie Nakajima – Mani Mani (excerpt) [s/t,2021]
  2. Alessandro Bosetti – A13 (Cos'è un suono bello) [Didone, 2021]
  3. Riccardo La Foresta – | [Drummophone, 2020]
  4. Attilio Novellino & Collin McKelvey – Métaphysiques cannibales I (excerpt) [s/t, 2018]
  5. Deva Ovel – Bianca [s/t, 2021]
  6. Luciano Maggiore – untitled [pietra e oggetto, 2020]
  7. Blutwurst – Parva Lumina [Anabasi, 2020]
Listen / Info
26/10/2021

Superpang

Share

Per gli artisti l'attività live è decisiva non solo per esprimersi di fronte al pubblico ma anche a livello economico.
Superpang nasce nel 2020 per supportare gli artisti durante la pandemia, proponendo releases in digitale. In questo modo la diffusione è prolifica ed immediata e, al contempo, non trascura l’impatto ecologico.
Il supporto in vinile è comunque una nostra grande passione e dischi fisici sono comunque in cantiere.
Superpang non segue un genere musicale specifico, essendo fortemente caratterizzata dai gusti del curatorei. Immaginiamo un iPod con caricata la nostra musica preferita per avere il piacere e la presunzione di condividerla con chi ha o vuole ricevere gli stessi stimoli.
Superpang considera gli artisti emergenti come linfa vitale dell'etichetta. La mole di lavoro però è decisamente importante e non sempre si riesce ad ascoltare tutto il materiale che arriva in forma di demo...
Basta avere pazienza, e sicuramente tutti riceveranno una risposta via email.
Il 15 Ottobre, con l’uscita di SP100, Superpang va in vacanza, e torna a Gennaio 2022 con le releases digitali, e qualche sorpresa.
superpang.bandcamp.com

Tracklist:

  1. Bethan Kellough - A Song of Wings
  2. Tom Hall - Parallel-s
  3. Mark Templeton - Western Cadence
  4. Lorenzo Balloni - Imperturbability in Inexertion
  5. Norbert Möslang - piano_boccia_5
  6. 3.14… - Tacit
  7. Atte Elias Kantonen - C
  8. Joe Beedles - l-frame.mp3.reapeaks
  9. Elías Merino - Synthesis Of Unlocated Affections 2
  10. Ken Vandermark & Nate Whholey Duo - Trio Trumpets
  11. cd_slopper - .dzlorpity-ƕ
  12. Yves De Mey - JPSH Geographics.mp3.reapeaks
  13. Jung-Frye - Pulsar Acid, Sequence 11
Listen / Info
12/10/2021

Toxo records

Share

Toxo Records è un’etichetta di Napoli fondata da SEC_ nel 2009, e gestita ad oggi da SEC_ e Francesco Gregoretti.
Toxo Records è un’etichetta locale e relazionale, animata da una forte attenzione ai rapporti personali e di collaborazione. L’obiettivo di Toxo non è tanto quello di pubblicare musica ma quello di fotografare delle relazioni reali che esistono e si sono strutturate intorno alla vita musicale della città di Napoli. Relazioni che consistono nel suonare insieme, nell’ascoltare, nel pensare alla musica in modi altri, ma anche nel creare le condizioni affinché questo possa accadere, quindi organizzare, trovare spazi, invitare persone, trovare modi di rendere tutto questo sostenibile.
Toxo Records è particolarmente interessata alle pratiche dell’improvvisazione, declinate in modi diversi e con strumenti diversi, elettronici, acustici, rumorosi, silenziosi, frenetici o calmi. Improvvisare è qui inteso in una connotazione complessa, che include anche i rapporti culturali e pratici tra improvvisazione, composizione, scrittura e registrazione; il che può essere intrapreso attraverso linguaggi che rimandano al rock, alla musica concreta, al free, alla musica da camera o alla club culture. Ma ciò che rimane costante è l’interesse verso l’emergenza, l’incontro tra umani e, in maniera altrettanto importante, l’incontro tra umani e non umani.
www.toxorecords.com

Tracklist:

  1. Weltraum – Sy3 (Sy, CDr, 2009)
  2. endorgan – 3 (endorgan, mini Cdr, 2009)
  3. Aspec(t) – Donoso against the obscene wasp (Waspnest, LP, 2010)
  4. Aspec(t) – Birdnest (Waspnest, LP, 2010)
  5. Matar Dolores – No Coward Soul Is mine (estratto) (No Coward Soul Is mine, K7, 2012)
  6. Jérôme Noetinger & SEC_ - Side A (estratto) (Testacoda, LP, 2012)
  7. Olivier Di Placido & SEC_ - ooo (Rainbow Grotesque, LP, 2013)
  8. Francesco Gregoretti – Movement in Nests (Solid Layers, Deafening Shapes, CD, 2016)
  9. SEC_ - Mefite part 1 (estratto) (Mefite, CD, 2016)
  10. Cyanobacteria & Hübsch – Camelia (estratto) (Are You an Orchid or a Dandelion?, CD, 2019)
  11. Cyanobacteria from the Arabian gulf – Whale stomach pollutants (S/T, K7, 2020)
  12. Olivier Di Placido & Fritz Welch – Cymbal’s Dump (Hammering Nails By Hand, CD, 2021)
  13. Agostino Di Scipio & Dario Sanfilippo – Conjuncture 3 (Machine Milieu, CD, 2021)
Listen / Info
28/09/2021

MFZ records

Share

MFZ Records è nata nel 2016 e si considera una erede delle netlabel di fine anni 90/primi 2000. Pubblica su Bandcamp in digitale e in alcuni casi su cassetta, perché è un formato bello ed economico. MFZ è alla ricerca di musicisti sperimentali provenienti da comunità marginalizzate all'interno del panorama elettronico. Se fai parte di una di queste comunità, mandaci la tua musica.
mfzrecords.bandcamp.com

Tracklist:

  1. Armed With Bow - HI-SPEED ARTFX
  2. Acid Youth - Blue + Grey
  3. Blu Ritual - 120po332020
  4. Fog School ft. Justice Laurrell - The Other Side of Life
  5. Higuita Doom - Lokomotiv Moscow
  6. Sebastian Melmoth - Koan the Barbarian (Froz Mix)
  7. Armed With Bow - HEAVY HANDED
  8. Acid Youth - Andrea
  9. Froz - Frankie
  10. Fog School - Pieces
  11. Higuita Doom - 2333917 (Fog School Remix)
  12. Blu Ritual - Viaggio dei Viaggi (MFZ Appreciation Mix)
  13. Blu Ritual - 04:37
  14. Oroboro - Mangled Spirit
  15. Acid Youth - The Light
  16. Acid Youth - Midnight Storm
Listen / Info
14/09/2021

Tsss tapes

Share

Quiet and weird and free.
tssstapes.bandcamp.com

Quiet and weird and free.
tssstapes.bandcamp.com

Tracklist:

  1. Chris Dadge - Walking Spruce
  2. Dominique Vaccaro - 014030
  3. Borghi Salis Sanna - II
  4. Lami di Domenico - 210213
  5. Nakajima - Chawan and Egg
  6. Clay Atkins - A4
  7. Imanishi - Two
  8. Daphne X - First the Thirst
  9. Zarabatana - Corno de Ganso
  10. Dunning Lucas - Sweet Red Cliff
  11. Jerman - Simple
  12. Baron Houston - Side A
  13. Serrato Cantizano - Tiento Madera
  14. Scarassatti Cristovam - Moxoto
  15. Olive Nakada, Entenka - 4
  16. Sulidae - Damson
  17. Jacques Ohta, Oto to Secchi - side A
  18. Bizzotto, Fogo Folego - side A
13/07/2021

Black Sweat

A shredded selection coming from the past and the present: weird and ethnic sounds, warm electronic waves, jazz and rhythmic approaches... Everything is held together by an unique taste that pursues passion and curiosity. The music speaks about itself through itself.

Tracklist:

  1. Flute Song - Don Cherry with Nana Vasconcelos, Gian Piero Pramaggiore, Moki Cherry
  2. Raggio Di Sole - I.P. Son Group
  3. The Feast Dance - Chaino And His African Percussion Safari
  4. Big Fred - Archie Shepp Meets Kahil El'zabar's Ritual Trio
  5. Gaetano Liguori Collective Orchestra - Collective Suite
  6. Zeit - Ruz
  7. Chetu - Dondolando Sul 24
  8. Baxamaxam – Mission
  9. Cucoma Combo - Lagoa
  10. Al Doum and the Faryds - Weed And Love
  11. Bitter Funeral Beer Band - Chetu
06/07/2021

Boring Machines

Boring Machines is an independent publisher of music and images run by Onga.

Please note that Boring Machines only releases Italian artists.

Tracklist:

  1. My Dear Killer - Phone Calls
  2. Father Murphy - Go Sinister
  3. Jealousy Party - All Yours
  4. FaravelliRatti - Bows and Arrows
  5. Heroin In Tahiti - Sartana
  6. Rella the Woodcutter - The Golden Undertow
  7. HMWWAWCCIAWCCW - Oh Dark
  8. La Piramide di Sangue - Jetem
  9. Zone Demersale - Navigazione Sommersa
  10. Everest Magma - Gnosis 5.1
  11. 1997EV - Oceanic
  12. Adriano Zanni - Falling Apart [black side]
  13. Maurizio Abate - Odonata
  14. Luciano Lamanna - Spina Nel Cuore
  15. BeMyDelay - When I am with you
  16. dTHEd - 5wrGn
22/06/2021

Non piangere dischi

Non Piangere Dischi è una micro-label che (r)esiste tra Vicenza e Londra, ideata e gestita da appassionati di sonorità sperimentali e macchinette diaboliche.

NPD realizza soprattutto cassette, ma ogni tanto anche qualche libro e vinile; predilige la qualità alla quantità, ama i packaging bizzarri e l'artigianalità, si innamora dei progetti più assurdi e degli amici più svitati. Tutto questo NPD non lo fa certo per i soldi: ci mette il cuore, le mani, il sudore e le lacrime, qualche volta di amarezza ma spesso di gioia.

Tra i tanti, ha prodotto dischi per Afraid!, Body of Reverbs, Black Lagoon, Hexn, Passed.

Tracklist:

  1. HEXN - Eye (from al-khīmiyya - الخيمياء) 2015)
  2. PASSED - Illuminant (Slowly We Dissolve) (from Illuminant/Glory) 2016
  3. ALTAJ - Skies (from S/T) 2016
  4. ELECTRIC KURU - Purple Heron (from Zugunruhe) 2016
  5. BARNACLES - Not Even A Sailor (from One Single Sound) 2017
  6. AFRAID! - Under Coppers Of The Chestnut Tree (from Discography 2004/2008) 2018 originariamente uscita nel 2004
  7. BODY OF REVERBS - Servadio + Years Of Denial (from New Rituals From Contemporary Bodies) 2018
  8. BLACK LAGOON - Azibi (from S/T) 2018
  9. HEXN - Ögonblick (from Nude) 2020
  10. BLACK LAGOON - MuadDib (from Dune) 2020
  11. SCOSSE ELETTRICHE - Passage Through The Fogs (from Rock Cut) unreleased 2021
08/06/2021

Hypershape Records

Hypershape Records is owned and operated by Mike B. and G. Salmoiraghi. It was founded in 2007 and is based in the plains of northern Italy.

Tracklist:

  1. The Great Saunites - Respect The Music
  2. Last Minute To Jaffna - Chapter VI
  3. The Drop Machine - Solstice
  4. Blind Cave Salamander ft. Xiu Xiu - Theme 6
  5. Uktena - Out Path To Trouble
  6. Zolle - L'Ama
  7. GC Void/ghost track, 2019
  8. Larsen ft. Little Annie - Barroom Philisopher Pt.1
  9. Nate Hall - Bitter World Of Dreams
  10. Viscera/// feat. Vespertina & Mangiabinari MxB - Spirit Of '86
  11. U.S. Christmas - Darling Corey
  12. U.S. Christmas - Lazarus
  13. Blind Cave Salamander - The Svalbard Suite
25/05/2021

Grey Sparkle

Grey Sparkle è una non-etichetta che esiste approssimativamente dagli anni '90, il cui logo è stato apposto o meno su una serie piuttosto numerosa di dischi di svariati artisti, in primis gli Sparkle in Grey, che con tale label hanno autoprodotto in tutto o in parte molti dei propri lavori. Però molti altri sono stati coinvolti nelle avventure di GS, da Bob Corn a Tex La Homa, MB/Maurizio Bianchi, Maisie, Camillas, My Dear Killer, Comaneci, KiddyCar, Reem Soliman e quasi si perdono le tracce dei tanti altri.

Tracklist:

  1. Tex La Homa - Born on a Friday
  2. Sparkle in Grey - A Quiet Place
  3. Bob Corn - A Minor place
  4. Comaneci - Radiation (live)
  5. My Dear Killer - Frozen Lakes (live)
  6. Sparkle in Grey - The Last Cloud (live)
  7. MB + Hue + Fhievel - Erimos (excerpt)
  8. Luca Sigurtà & Fhievel – Five
  9. Andrea Ferraris & Matteo Uggeri with Mujica Eisel and Andrea Serrapiglio - Windscreen-wiper, a walk through the snow
  10. Sparkle in Grey – Mevlano
  11. Maisie & Sparkle in Grey - Parlare con gli oggetti
  12. Jack Cannon - Ariken Polymar
  13. Hue - Un'estate senza pioggia
15/05/2021

Wallace Records

D.I.Y. avant 'n roll independent label based in Italy run by Mirko Spino. Active since 1999 with more than 200 records released.

Tracklist:

  1. The Pornography
  2. RUNI
  3. Rosolina Mar
  4. Ahura
  5. Makhno
  6. Anatrofobia
  7. Tasaday
  8. Uncle Faust
  9. Gerda
27/04/2021

Viande Records

Label based in Naples since 2008, founded by A Spirale (born 2002) band, releasing weird lo-fi noise improvised music.

viande.it | vianderecords.bandcamp.com

Tracklist:

  1. A Spirale - Black Crack
  2. Aspec(t) - Inner Dispossession
  3. A.Di Scipio e M.Gabola - Set-Up 5
  4. ASTMA & ASpirale - Arrival
  5. O.Di Placido e F.Gregoretti - Absurd Blues
  6. Mario & A.Riviere - Fragment
  7. ASpirale e Lino Z.A.T. - Destroy the Nation
  8. Genital Warts - No Hop(e) feat. Dj DieSoon
  9. Aspec(t) & Evil Moisture - VIDSM - IV
  10. Mario & Venta Protesix - I nuovi Erika e Omar
  11. Guajetern - Progressive rap
  12. ASpirale e C.Cogburn - Autocannibalism: the ultrafeedback
  13. Infected Burst - Non più ma feat. Napo
  14. Makumbo & Burla22 - Pesce D'aprile
14/04/2021

Commando Vanessa

Commando Vanessa è uno stile di ballo hardcore incritico tradizionale sviluppatosi a partire dagli anni '90 nei contesti periferici più umidi e oscuri del continente sub-materiano ormai molto diffuso nella cultura T dell'underground estremo al margine del cyber flip.

La sequenza di movimenti viene eseguita da un Corpo di ballo normalmente composto da tre o cinque individuə tradizionalmente vestitu con colori sgargianti e accessori rigorosamente di cuoio nero: portatrici sanə di piume e lame in zone nascoste.

Tra le principali conseguenze indotte dall'esecuzione di questa danza leggendaria ricordiamo l'incremento di produzione di fluidi corporei frizzanti acidi e o bollenti, l'acquisizione di nuove capacità telepatiche e l'empatia.

Quando il Corpo esegue il Commando Vanessa le conseguenze sul pubblico sono quasi sempre catartiche e destabilizzanti.

Ne ricordiamo alcune registrate fino ad oggi: allucinazioni, aerofagia, estremo benessere, naso che cola, sexyness, possessione, nudismo, acquisizione temporanea di nozioni di fisica quantistica avanzata, salivazione, antenne. Pupa Boom

Acchiappashpirt (Jonida Prifti + Stefano di Trapani)
Aniello Maffettone ( Aniello )
Colombey (Tg Gondard - MIDI FISH )
Cosimo Rosa (Krano e i Postumi)
Christophe Clébard + Rosalba spagnolo + Riccardo Schirò (conte di Cavour)
Freddie Lee (Father Murphy)
Frank (Asile185 – Misto Mame- New Weird Italia- Riforma xxl - Laposorride - Dorisorride- Kinked)
Gabrio (Holiday Inn)
Luca Garino (Abolition de la croix - Nel lurido del nido - Gherardo)
Nodef (00:00:02.50 show)
Laura Campana (Hallelujah)
Eleonora Pacciani (Greta Oto)
Matteo Guerra (Pugile)
Enrico (Notti tossiche)
Trevi (Musica per andare a pesca)
Michela De Petris + Pony Esposito (Pupa Boom)
Blucilla Vulvilla

Tracklist:

  1. You are asked to feel at ease in a place where you will never belong – Lili Putana
  2. Marooned on Mars – Yuko Araki
  3. Hysope – Deeat Palace
  4. America is a continent – J. Zunz
  5. Bad day – Online Lipnem
  6. Washing – Valentina Magaletti & Marlene Ribeiro
  7. Don't go inside – Pillbug Junction feat. Kelso Ashby
  8. Soif – Christophe Clébard
  9. À ces jours – John Poubelle
  10. 2252019 – Mother
  11. Au Feu et à l'Eau – Techno Thriller
30/03/2021

Bar La Muerte

Tracklist:

  1. Allun - Manichini
  2. Bugo - Buona Morte
  3. OvO - Mare Nero
  4. Jacopo Andreini - The Sky Is A Weird Sea
  5. Ronin - Nada
  6. Inferno - Lowest Common Detonation
  7. Claudio Rocchetti - My Love Was Sitting On The Mortician's Knees
  8. Zeus! - Suckertorte
  9. Bologna Violenta - Un Virus Terrificante
  10. R. U. N. I - Clinicocchio
  11. Alos - Punto Lacrima
  12. Fuzz Orchestra - Il Potere
16/03/2021

artetetra

Nowadays kids would do anything to prove they’re cool. What will the next thing be? Floppy disks?

Tracklist:

  1. Mondo Riviera - Cool World
  2. Polonius – Anaxia!
  3. Los Siquicos Litoraleños - ¿Por Que Te Vas?
  4. Polonius - Barcelona (Aqua Fortis)
  5. German Army - Fifth World
  6. Jung Deejay - Spirit's Moon
  7. Cult of Riggonia - Praise ATL
  8. Senyawa – Istana
  9. Babau - Into The Gassy Surface
  10. KYSE – ACIO
  11. Rainbow Island Paywall Dub
  12. Kuthi Jin - Plague - Herd 3 – Propeller
  13. Francesca Heart - Giardini Nini
02/03/2021

AV-K Prod.

AV-K prod. is the trademark that brings together all the sounds of Anacleto Vitolo – AV-K, K.lust, Kletus.K and former member of several experimental acts, such as X(i)NEON, Internos and Algebra del Bisogno.

Tracklist:

  1. AV-K - PrxDlt
  2. K.lust - Slow Down 4416
  3. Anacleto Vitolo - Graphite
  4. Internos - L'amor(t)e
  5. Gianluca Favaron Anacleto Vitolo - Zolfo
  6. Vitolo Buoninfante - Growing
  7. AV-K - A centripetal fugue
  8. K.lust - Alex
  9. Algebra del Bisogno - Algebra del Bisogno
  10. x(i)neon - II
16/02/2021

ADN Records

L'etichetta ADN nasce all'inizio degli anni 80 da un gruppo di ascoltatori curiosi di musiche,rumori ed emozioni che volevano seguire a fondo tutto quello che non era possibile reperire tramite i canali della distribuzione ufficiale o alternativa. L'incontro con musicisti della nouvelle vague francese come Déficit des Années Antérieures, Die Form, Étant Donnés e della Neue Deutsche Welle P16D4, Der Plan, Cinema Veritè, Head Resonance oltre a musicisti storici come Conrad Schnitzler e la Third Ear Band da il là ad una produzione che si avvicina rapidamente alle 100 uscite . Per approfondimenti il nostro sito è www.adnrecords.com

Tracklist:

  1. Fire is Falling - Tasaday
  2. Aum ha - Milusic
  3. Grumi - Masche
  4. Elettrico 2 - Riccardo Sinigaglia & Trio Cavalazzi
  5. Winnie the Pooh - Only a Mother
  6. Crepuscolo - Fonemi
  7. Andante - Beauty is in the Distance
  8. Quartet Elaborations - Ruggero Tajè
  9. Chinese new year - Giulio Aldinucci & Matteo Uggeri
  10. Dialogue - Francesco Ziello
  11. Una Cita en una Feria..… - Scosse Elettriche
  12. Giano - Lavorazioni Carni Rosse
02/02/2021

Les Giants

Les Giants è un qualcosa di alto che ovviamente non siamo noi. Comunque, al momento, ascoltano e suonano dischi - esplorazioni sonore di vario genere senza limiti; a volte producono lavori di artisti, amici. Attenti, inoltre, a un bel confezionamento fresco di serigrafia della copertina e d'eventuali grafiche. Come il sito d'altronde.

Per qualsiasi e oltre: lesgiants.com

Tracklist:

  1. K. Leimer - Go Slowly
  2. Marco Bosco - Madeira I (Chuva)
  3. Y Create - 3'15''
  4. Marco Bosco - Metal II (Pedra)
  5. Y Create - 3'56''
  6. Marco Bosco - Metal IV (Ferro)
  7. summerTales - The Wolf Is Dead!
  8. Marco Bosco - Metal I (Camila)
  9. Y Create - 5' 26''
  10. summerTales - Sheep's Milk
  11. K. Leimer - Very Tired
19/01/2021

HysM?

HysM? is a duet of avant-rock, experimental music born in 2008.

HysM? is also a catalogue of independent music with over 140 issues in different supports.

Listen music from our catalogue on:http://hysm.bandcamp.com

For complaints and food:haveyousaidmidi[at]gmail[dot]com

Tracklist:

  1. HysM?Duo - Cooper 3
  2. La Barba - Hellpinismo 6
  3. Clov - Another Useless Story 6
  4. Bokassà - Nel continente nero 3
  5. Bogong in Action - No Way 2
  6. Ecole du ciel - Ogre 2
  7. Later - Break my Head 2
  8. La sedia di Wittgenstein - Tenore di vita 3
  9. Djeco - Patate, riso e cozze 2.5
  10. Atomik Clocks - Dirty SgamBetti 4
  11. Panzanellas - I wish i were Fred Frith 2
  12. Eks - Funky Humpers 1.5
  13. The Great Saunites - Cassandra 3
  14. Tasaday - Sacrifice! 2
  15. Makhno - Makhnovtchina 4
  16. BDSR - Stepped in Dudka 2
  17. Rollerball - Cesena 6
  18. Coso - pp1 2
  19. Gravitsapa - Our Home Antarctica 3.5
  20. HysM?Duo - Episodio 5 3
05/01/2021

Old Bicycle Records

Tracklist:

  1. Idiot Savant pt. 1 - Sparkle in Grey
  2. These are individual... - Edible Woman
  3. Pallina - Tante Anna
  4. ...the present is outraged - Gelba
  5. Take 1 - Spaccamonti & Brusaschetto
  6. Simple man - Melampus
  7. Como est Carlos - Futeisha
  8. Il corridore controvento - d’ora stella
  9. Heading to a savage place - Sneers
  10. Il colore verde - futeisha
  11. Bathroom - deison uggeri
  12. Garage dub - Controlled Bleeding
  13. Flood - Silent Carnival
  14. Correspondance - Stefan Christoff
  15. Idiot Savant pt. 2 - Sparkle in Grey
11/12/2020

neon paralleli

NEONPARALLELI è nata nel 2012, inizialmente come blog personale dedicato alle esperienze musicali di Paolo Cantù, dai TASADAY fino al suo attuale progetto in solo, MAKHNO, e trasformatasi successivamente anche in etichetta indipendente, dedicandosi principalmente a coproduzioni con altre etichette e gruppi con cui condivide attitudine DIY e affinità musicali.

Tracklist:

  1. La Makhnovtchina - Makhno
  2. The Speeding Train - Anatrofobia
  3. Cassandra - The Great Saunites
  4. Cooper - Hysm?Duo
  5. Burn - Thee Asstemians
  6. XXX - Meteor
  7. Piccoli omicidi fatti in casa - Nevroshokingiochi
  8. Fame - Ludmilla Spleen
  9. Attese - Makhno
  10. HysM?Duo - Death and Dreams
  11. She's Beyond Good and Evil - HaveyousaidMakhno?
  12. Sinistra Memoria - Ludmilla Spleen
  13. Atto II part 1 - Lucifer Big Band
27/11/2020

niente records

Niente è un'etichetta indipendente che pubblica principalmente cdr. Nasce nel 2009 da un'iniziativa dei musicisti Edo Grandi e Maurizio Gusmerini (St.ride),con l'obbiettivo di proporre lavori di artisti che esprimono una propria personalità nelle scelte di carattere musicale, persone che si fan carico del rischio di non avere circuiti di riferimento. Niente generi musicali predeterminati, ma musica che sia in relazione con il mondo contemporaneo. Le copertine sono in odorama tossico. Smette di pubblicare su supporto fisico nel 2014.

Tracklist:

  1. Un'umana comedire - Vonneumann
  2. Scoria lirica - St.ride
  3. Paolo - R.u.g.h.e.
  4. Track 19 - St.ride
  5. Demon cycle 7 - Fvrtvr
  6. Cercando niente - Conflitto interiore
  7. Relazione rudimentale - St.ride
  8. Bravo cane - St.ride
  9. Mi annoio - St.ride
  10. Mi piaci - St.ride
  11. Ora ci provo - St.ride
  12. Scorrevole balera - St.ride
  13. Canotto con cartella - St.ride
  14. Lavorare - St.ride
  15. Guarda crescere la pianta - St.ride
13/11/2020

Bloody Sound Fucktory

Bloody Sound Fucktory è un'etichetta indipendente, attratta per istinto e affinità elettiva dalla sottocultura rock e dai suoi aspetti border line; da ciò che rielabora il canone e sfugge alle definizioni. È indifferente ai generi, alle mode, alle ideologie, all'alto o basso grado di fruibilità di un progetto musicale, così come al suo spessore sperimentale. Ama semplicemente ciò che la colpisce per attitudine. Pubblica e promuove i dischi che avrebbe sempre voluto trovare sugli scaffali del proprio negozio di dischi preferito. Non propone ai propri artisti contratti da firmare: prende accordi. Non è il viatico per la gloria. Non dà lavoro a nessuno e non fa arricchire nessuno. Si autoalimenta economicamente organizzando concerti, festival e dj set, appoggiandosi alle realtà e alle strutture del proprio territorio - locali, circoli, centri sociali - e coinvolgendo di volta in volta, oltre ai gruppi di cui pubblica i dischi, i nomi che reputa interessanti della scena underground nazionale e internazionale. Non è un'agenzia di booking. Non si appoggia alla grande distribuzione e divulga il proprio operato attraverso le pratiche della coproduzione e dello scambio, nonché per vendita diretta mediante distro, banchetti e web.

Tracklist:

  1. Vel - Estivo
  2. Butcher Mind Collapse - Complicity
  3. Lush Rimbaud - Marmite
  4. Jesus Franco & The Drogas - Wake Up
  5. Lleroy - Hallux Valgus
  6. Edible Woman - In the Wake of the Holy
  7. Gerda - Lulea, TX
  8. Above the Tree & Drum Ensemble du Beat - People from the Cave
  9. Tonto - aɪsɛd noʊ
  10. Natural Dub Cluster - Echoes in the Ground
  11. Terenzio Tacchini - The Get Drunk
  12. Paperoga - Un amore senza fine
  13. Palmer Generator - Mandrie
  14. Dadamatto - Disordine
  15. Lebowski - Kansas City
  16. Mattia Coletti - Molko
30/10/2020

19’40’’

19'40" è una collana discografica su abbonamento creata da Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli e Francesco Fusaro, in collaborazione con Tina Lamorgese. Ogni quattro mesi 19'40" pubblica una nuova opera legata alle precedenti da un sottile filo conduttore: un approccio colto e antiaccademico al repertorio della musica scritta, che noi definiamo musica anticlassica. Piuttosto che un'etichetta musicale, 19'40'' rappresenta un territorio di sperimentazione di repertori trasversali e prassi esecutive (seriamente) ludiche.

Tracklist:

  1. Zeus!,Suckertorte (arr. Enrico Gabrielli)
  2. Igor Stravinsky, Royal March da Histoire du Soldat
  3. Gustav Holst, Uranus, the Magician da The Planets (arr. Enrico Gabrielli)
  4. Paolo Renosto, Ricognizione sulle Macerie
  5. Bernard Herrmann, Where are You da Little Girl Lost (arr. Enrico Gabrielli)
  6. Enrico Gabrielli, Coppia di allotropi
  7. Modest Mussorgky, Promenade da Pictures at an Exhibition
  8. Danilo Lorenzini, Marcia dei topi
  9. Gioachino Rossini, Un Souffert (arr. Sebastiano De Gennaro)
  10. George Hamilton Green, Alabama Moon (arr. Sebastiano De Gennaro)
  11. Mort Garson, Plantasia (arr. Enrico Gabrielli)
  12. Karlheinz Stockhausen, Pisces da Tierkreis (arr. Sebastiano De Gennaro)
  13. Francesco Fusaro, E, F, S, T
  14. Francesco Fusaro, W V.E.R.D.I (Quasi un epitaffio)
16/10/2020

kaczynski editions

Ci sono momenti che lo sai dopo, che sono quei momenti. Sono quelli che hanno la capacità di riproporsi dopo anni in luoghi diversi ma con la stessa forza di instabile elettricità. Questa è la colonna sonora, apre porte oltre. Attraversare con cura.

Tracklist:

  1. 23RedAnts - never dreaming
  2. rec_L - Lonely
  3. ranter's groove - 1943 Gdansk tone
  4. ranter's groove - ade
  5. zero23 - broken souls
  6. zero23 - crepusculo
  7. ranter's groove - 日一日
  8. ranter's groove - 雲の峯硯
  9. Alessandro Bocci - shake the gate
  10. zerogroove 1 - Turn me on (phaser mix)
  11. BATIA HASAN - COMMODITY FETISHISM
  12. kERN – NUALA
  13. ranter's bay & Pablo Orza - ἄρχων 2
  14. ranter's bay & Pablo Orza - ἄρχων 4
02/10/2020

Floating Forest

Floating Forestnasce nel 2013, assecondando l’esigenza di fissare della musica improvvisata e impulsiva. L'etichetta, fondata da Davide Merlino(vibrafono e percussioni), Alberto Ricca\Bienoise(live electronics, produzione),Andrea Cocco (batteria) e Federico Donadoni(basso elettrico\contrabbasso), si pone l'obiettivo di produrre, distribuire e dare visibilità ad espressioni di frontiera, così come di frontiera è la terra che abitiamo. Ai fondatori si aggiungono il chitarrista e compositore Alberto Barberis, e l’autore delle nostre grafiche, Andrea Buzzi. Floating Forest è anche un collettivo di musicisti che percorrono da anni vie non battute nell'improvvisazione e nella scienza ritmica, legati alla zona dei grandi laghi del Piemonte. Dal vivo, il Collettivo si esibisce con una formazione variabile ed improvvisata, come totalmente variabili ed improvvisati sono genere e durata della performance. Proponiamo musica totalmente improvvisata dalle forti tinte nordeuropee ed etniche, con una presenza sempre più evidente di elettronica e noise, sia nelle esibizioni dal vivo che come remix dei brani pubblicati da parte di produttori elettronici della scena italiana (Bienoise, Sonambient, T.e.s.o.).

Tracklist:

  1. Mateen, Merlino - Voice, Soprano and Tenor Sax, Handpan
  2. Merlino, Ricca, Gino Robair - Voltage Made Audible
  3. Sanna Salis Merlino Ricca Cocco Ferraro Broggini
  4. Bagnasco, Donadoni, Merlino, Ricca - L'Orgia
  5. Olbos - Live Coding at Elettronica
  6. Merlino, Mirra - Catch the Mouse
  7. In Quattro (Cocco, D'Auria, Merlino, Quinn) -  Sloooow Tide
18/09/2020

Delete Recordings

04/09/2020

Brigadisco Rec

La Brigadisco è un’associazione che si occupa principalmente di produzione e distribuzione nel settore musicale, fondata nel 2007 ad Itri, in provincia di Latina. Il marchio si occupa di produzione discografica tramite la sua etichetta indipendente Brigadisco Records e ha gestito fino al 2018 una sala di incisione e concerti, la Brigadisco's Cave.

La label produce generalmente lavori di rock alternativo, indipendente e con spiccate influenze sperimentali, all’interno di una esplicita attitudine DIY. Numerose le collaborazioni con altre label indipendenti come Wallace Records, FromSCRATCH, Bloody Sound Fucktory.

Tracklist:

  1. Ballata di Stroszek
  2. THEY MAKE MONEY, WE MAKE NOISE – LUSH RIMBAUD
  3. ALMOST A GOD - G.I. JOE / MOVIE STAR JUNKIES
  4. NO MOUSTACHE– PLASMA EXPANDER
  5. BLACK SEAHORE – ABOVE THE TREE
  6. L’ABITUDINE ALLA REPRESSIONE - THE SHIPWRECK BAG SHOW
  7. SO NOW YOU HAVE TO CHOOSE BETWEEN MY TWO (BLACK) LUNGS - FATHER MURPHY
  8. FROTTOIR – LUCA VENITUCCI
  9. THE HAMMER - XABIER IRIONDO
  10. VIENE IL VENTO – FUZZ ORCHESTRA
  11. FUGA - PILIA/SPACCAONTI
  12. SELF- ASTONISHING APOSTASY - SNEERS
  13. LA RAGAZZA IN COMA – MAKHNO
  14. ILLUMINATUS -TETUAN
  15. THE WORM & THE SPRINKLER - NAIROBI
31/07/2020

NO=FI Rec.

NO=FI Recordings is an indipendent label based in Rome, Italy.

We put out vinyls and tapes.

We like and release a lot of different music genres and bands/musicians.

The attitude is what we care about.

We are mostly focused on local musicians and artists, based in the so called "Roma Est".

Tracklist:

  1. HOLIDAY INN - Who'll Join my Tribe
  2. LA PIRAMIDE DI SANGUE - Esoterica Porta Palazzo
  3. RAINBOW ISLAND - 8 Yap
  4. TROUBLE VS GLUE - Despite feat David Lemoine
  5. TRANS UPPER EGYPT - atonement
  6. MIKE COOPER - Patterns of Islands
  7. DAN MELCHIOR - What Happened To The Buffalo
  8. ENSEMBLE ECONOMIQUE - I Light My Cigarette, I See YOU there
  9. EXPO 70 - Waves In Caverns Of Air EXTRACT
  10. GIANNI GIUBLENA ROSACROCE - Dogon
  11. OvO - Harmonia Microcosmica
  12. HEROIN IN TAHITI - Agri deserti
  13. MARIA VIOLENZA – Coronaria
  14. HIROSHIMA ROCKS AROUND - The Matter Of Facts
03/07/2020

Torto

Torto Records is another indipendent music label (and not only), based in Genoa. Led by italian doublebass player and performer Tommaso Rolando, focuses on music in itself, breaking down differences of genres. Strong topics are: improvisation, new paths, intimacy and art. The aim is to promote art in general, also in other music-related fields

Tracklist:

  1. Cammina - Rolando René
  2. Belzé a une jambe courte - Rolando René
  3. Dans ma tête - Rolando René
  4. İki de gözün kör ola - TRÓNCO
  5. Tutti Part X - The Cepi Nomads + Hic
  6. Platformer - Colmorto
  7. Frankenstein part III - TRÓNCO
  8. Frankenstein part IV - TRÓNCO
  9. Mehki koraki rjovenja – Širom
  10. at no time defeat sunrise - Tommaso Rolando
  11. aftermath of habitual argument - Tommaso Rolando
  12. science of planting forests - Tommaso Rolando